Imprenditorialità Management Marketing Turismo

La formazione executive per il settore vitivinicolo. È tempo di anticipare il futuro

di Francesca Pedrazza Gorlero*

CUOA Business School presenta il nuovo Executive Master in Wine Business.
Perché questo percorso è diverso dagli altri?

Perché è l’Executive Master in Wine Business più completo che il panorama italiano sia in grado di offrire in questo momento: marketing, internazionalizzazione, gestione d’impresa sono le solide basi su cui poggiano le tre specializzazioni: ospitalità, sostenibilità, innovazione.

Una proposta formativa che nasce da una profonda analisi dei reali bisogni del settore vitivinicolo, che non si ferma alla superficie dei confortanti risultati dell’export e dei successi di mercato, ma vuole rendere più solide le basi di un settore che vede ancora inespresse moltissime delle sue potenzialità. Il vino rappresenta il 7% del fatturato dell’agroalimentare italiano, una percentuale destinata ad aumentare di molto se si dovessero considerare i settori ad essa collegati e quelli di cui è motore propulsivo.
L’enoturismo è di gran moda, ma se consideriamo che delle 21.000 cantine italiane che aderiscono a ‘Cantine Aperte’, promosso dal Movimento Turismo del Vino, poco più di 1.000 hanno strutture e personale adeguato ad ‘ospitare’, comprendiamo quanto siano ampi i margini di crescita e di sviluppo.
L’etica e la responsabilità d’impresa rivestono un’importanza sempre maggiore e si riflettono sull’immagine, sulla comunicazione, sul marketing e sul valore percepito del vino. Una consapevolezza che il mercato chiede e che trova risposta nell’attenzione che il Master CUOA riserva alla sostenibilità delle scelte nell’impresa vitivinicola.
È tempo di anticipare il futuro, di comprendere dove andranno i consumatori prima che siano i consumatori a chiederlo, di diventare creatori di tendenze e di una nuova cultura del vino. La specializzazione in Innovazione del vino persegue questo obiettivo.

 Perché il Master CUOA in Wine Business?

Il vino italiano è fra i migliori al mondo, certamente il migliore quando si pensi all’incredibile varietà di terroir che offre al nostro Paese un incontestabile primato in termini di quantità e qualità di vinificazioni; eppure il vino italiano – primo al mondo per produzione e secondo per esportazione – è venduto al prezzo più basso sui mercati mondiali, perché? Perché due terzi del valore percepito del vino non sono vino. Packaging, prezzo, posizionamento commerciale, vigne, cantina, responsabilità d’impresa, pubblicazioni, personaggi, persone…ognuno di questi elementi comporta una percezione di valore.
A partire da questo assunto è stata elaborata la struttura del Master CUOA in Wine Business, unica nel suo genere per la completezza e l’approccio agli argomenti trattati, nata dalla convinzione che l’adeguamento delle competenze nel settore vitivinicolo non riguardi solo saper produrre e competere bene, ma vendere meglio.
Il Master CUOA in Wine Business vuole contribuire a creare una nuova consapevolezza, una diversa cultura di impresa.
Per vendere meglio è necessario rafforzare e saper costruire la propria visione strategica, gestionale-organizzativa e le proprie competenze, saper innovare e riconoscere l’importanza della sinergia con altri settori del Made in Italy che contribuiscono alla solidità del comparto vitivinicolo, alla percezione del sua forza e del suo valore.
Ospitalità, sostenibilità, innovazione sono le tre parole chiave in grado di aprire le porte del mercato mondiale alle aziende vitivinicole italiane.

*Team di Progetto Executive Master in Wine Business 

 

NEW! Executive Master CUOA in Wine Business dal 15 novembre 2018. Scopri il programma! >>