Lean Management Management

Setsuban Kanri®. Una metodologia a supporto delle aziende che operano a commessa

di Filippo Pellerey*

Numerose sono le aziende che lavorano per commessa desiderose di adottare i principi di gestione del TPS e del Lean, ma che purtroppo scontando un’attenzione perlopiù riservata alle sole aziende che producono in serie, si sono convinte che non vi siano metodologie applicabili al contesto della produzione unica o discreta.
Le aziende con produzioni a commessa sono spesso caratterizzate, per loro natura, da un organizzazione di tipo “artigianale” (a causa della mancanza di ripetitività ed elevata necessità di know how di prodotto) e quindi da un basso grado di standardizzazione generale (delle aree fisiche, delle attività e della documentazione operativa) con conseguente elevata aleatorietà ed imprevedibilità delle prestazioni.

In queste realtà è quindi indispensabile individuare e distinguere gli elementi (sia di prodotto che di processo) fissi, per cui è possibile applicare gli strumenti classici della Lean, e quelli variabili, per i quali invece i metodi devono essere specifici.
Con il prossimo seminario che si terrà il 9 marzo ad Altavilla Vicentina (VI) JMAC e il CUOA intendono far conoscere il Setsuban kanri®, in Italiano “sistema di gestione a blocchi sincronizzati di processo”, metodologia di origine giapponese per il controllo della produzione, specificatamente sviluppata per le aziende che lavorano a commessa.
Il sistema è basato sul principio che tali aziende devono presidiare due “assi” in maniera integrata e bilanciata (Nijiku Kanri: gestione a due assi):
Asse di commessa (asse x)
Asse di reparto (asse y)
Il rispetto degli obiettivi di commessa (Qualità, Costo, Tempo) è raggiungibile solo gestendo contemporaneamente entrambi gli assi e cioè presidiando carico/capacità, gestione delle priorità e gestione delle competenze nei singoli reparti, secondo un piano di produzione che sincronizzi tra loro le varie commesse. Le normali pratiche di Project Management risultano infatti generalmente troppo sbilanciate sull’asse X; le normali pratiche di gestione della produzione presidiano, al contrario, quasi esclusivamente l’asse Y.
I contenuti sono rivolti a tutte le imprese caratterizzate da produzioni make-to-order- design-to-order, engineer-to-order, che intendano migliorare la puntualità di consegna aumentando l’efficienza organizzativa e operativa dei flussi di lavoro.

*JMAC Europe, partner CUOA seminario Setsuban Kanri

ISCRIVITI AL SEMINARIO >>

2 Commenti